Partecipa a BovisioMasciagoNews.net

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

Una rotonda necessaria in città

Trovata una soluzione per la realizzazione della rotatoria tra corso Milano e la Nazionale dei Giovi.

Condividi su:

In giunta è stata approvata la soluzione ideale per realizzare la rotonda allo sbocco di corso Milano sulla SP44 necessaria allo smaltimento del traffico e facilitare l’attraversamento della strada che al momento in orari di punta risulta particolarmente difficoltoso.

In principio, la realizzazione del progetto era stata affidata alle opere di compensazione da parte di Pedemontana S.p.A. a seguito della richiesta da parte dei Comuni di uno studio sul traffico su tutte le strade della provincia. Durante l’indagine, effettuata dallo studio Righetti e Monte, sulla mobilità in tutte le fasi della cantierizzazione è risultato, contrariamente alle aspettative, che il traffico sarà in diminuzione sulla viabilità ordinaria così come sarà prevedibilmente in aumento sul tratto autostradale. Questo dovrebbe avvenire perché, secondo lo studio, i pendolari che attualmente utilizzano la superstrada per raggiungere le tangenziali diretti verso Venezia, rinuncerebbero al vecchio percorso per proseguire sulla Pedemontana. La medesima indagine ha comunque sottolineato che il requisito necessario per la diminuzione del traffico locale, in funzione anche della diminuzione degli svincoli, è quello di una corretta fluidificazione del traffico. Per ottenerla è stata stabilità l’importanza, all’interno del piano, di opere utili quali la sostituzione dei semafori con delle rotatorie in tre punti nevralgici: la fine della Tangenzialina all’incrocio con Corso Italia, l’intersezione tra via Bonaparte e la Nazionale dei Giovi (SP44) e l’incrocio tra questa con Corso Milano, per una spesa totale compresa tra 780 e 800 mila euro. Sebbene due degli incroci in questione (via Bonaparte e la tangenzialina) si trovino in parte sui territori di Limbiate e Cesano Maderno, la realizzazione dei lavori è stata affidata alla nostra amministrazione, a seguito di una decisione congiunta tra i Comuni coinvolti e la Provincia.

Il problema ora, è che la situazione di Pedemontana è terribilmente incerta, in una fase di stallo che non si sa se e quando si sbloccherà. Detto ciò, resta comunque la necessità di risistemare il nostro incrocio, l’unico totalmente di pertinenza del comune di Bovisio Masciago. Sebbene la realizzazione del tratto autostradale di Pedemontana denominato B2 non possa essere assicurata, non è nemmeno mai stato ammesso dalla società che di sicuro l'opera non verrà completata. Sulla questione il Sindaco Emanuele Galimberti si è quindi interrogato: “Perché spendere 250 o 300 mila euro per una rotonda che magari, un domani, verrebbe realizzata da Pedemontana? Ad ogni modo a noi serve -ha proseguito- quindi a seguito di una serie di ragionamenti e ipotesi si è arrivati alla conclusione di farla in via sperimentale e non definitiva, mediante l’utilizzo dei New Jersey in plastica, disegnandola sull’asfalto e testando anche, in questo modo, gli eventuali disagi o problemi che poi potrebbero essere corretti o migliorati in futuro. In tutto questo è saltata fuori la Fortuzzi e con lei la soluzione ideale.”

La società “Guglielmo Fortuzzi & C. snc" è infatti proprietaria dell’immobile in via Nazionale dei Giovi al civico 9, la sede in cui esercitava la sua attività commerciale (in media superficie di vendita) consistente nella vendita al dettaglio di elementi d’arredo e antiquariato.
Il 30 giugno di quest’anno è stata assorbita dalla "For.Ma Srl", società con sede a Seregno in via Cadore n°60, che intende avviare una nuova attività commerciale sul posto, questa volta di articoli di vestiario, che rientrerebbe nella categoria della struttura di vendita GF 4.1.2, vale a dire “media struttura di vendita di primo livello o MS1, aventi una superficie di vendita superiore a mq 250 ed inferiore o uguale a mq 800”.

Per realizzare tutto ciò, la For.Ma necessita di una concessione edilizia da parte del Comune che in cambio ha richiesto la realizzazione di alcune opere, tra cui la rotatoria sperimentale ridotta all’intersezione della SP 44 con C.so Milano, con tutta la relativa segnaletica e gli arretramenti, sempre comprensivi di segnaletica, del marciapiede antistante l’attività e dell’aiuola accanto al benzinaio al fine di consentire nuovi parcheggi in linea al margine della Comasina.

La direzione dei lavori e il collaudo, quindi, saranno a carico dell’Amministrazione Comunale che metterà a disposizione i new jersey necessari di cui è già in possesso, mentre il costo delle opere, la progettazione e il coordinamento della sicurezza spetteranno alla società For.Ma Srl.

Condividi su:

Seguici su Facebook