Doping a Monza e provincia. Arrestato 28enne di Bovisio

| Categoria: Attualità
STAMPA

Un 28enne di Bovisio è stato arrestato, insieme ad un 50enne di Seregno e residente a Monza, durante l'indagine Grecale.

Nell'indagine sono coinvolti istruttori di fitness della provincia di Monza che ottenevano, tramite ricette false, farmaci dopanti utilizzati poi dai loro clienti per aumentare la massa muscolare. Tali farmaci possono essere venduti solo su prescrizione medica e con una precisa terapia da portare avanti. Il loro valore va tra i 500 e oltre 700 euro.

Le indagini sono partite nel novembre 2018 grazie alla segnalazione di diverse farmacie che denunciavano frequenti consegne di ricette per ottenere farmaci dopanti.

Lo sviluppo muscolare avveniva attraverso la somministrazione di farmaci a base di somatropina (l'ormone della crescita) che vengono utilizzati normalmente a scopo terapeutico. Uno dei personaggi dell'organizzazione criminale, lavorando in un'azienda socio sanitaria della Brianza, riusciva a procurarsi, rubandoli, blocchetti di ricette e timbri poi utilizzati per le operazioni illegali.

Una volta acquisiti timbri e ricette i complici ritiravano i medicinali presentando le false ricette nelle farmacie. Il modus operandi era quello di presentarsi al banco con insieme a dei bambini, questo per non destare sospetti. Infatti questi medicinali sono somministrati a bambini che hanno difficoltà di crescita. Un caso particolare e famoso è quello del fuoriclasse del Barcellona, Lionel Messi, che da piccolo ha dovuto effettuare una cura a base di ormone della crescita.

I Nas stimano che nel 2018 i danni arrecati al SSN si aggira intorno ai 60mila euro.

Contatti

redazione@bovisiomasciagonews.net
mob. 338.2472094
mob. 345.9970096
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK