Petizione: richiesta di intitolazione del Bosco in Città di Bovisio Masciago al nostro illustre concittadino Agostino Andermarck

Agostino Andermark Scout e Partigiano nel periodo della "Giungla Silente"

| di Sergio Cucci
STAMPA
Agostino Andermark 29-09-1901/18-03-1970 Scout e Partigiano

PETIZIONE:    
RICHIESTA DI INTITOLAZIONE DEL BOSCO IN CITTA’
DI BOVISIO MASCIAGO AL NOSTRO
ILLUSTRE CONCITTADINO AGOSTINO ANDERMARK

c.a. Sig. Sindaco

  In Bovisio Masciago si sta realizzando un bosco in città in corrispondenza delle vie Superga e Bellini.
  l’Amministrazione  comunale  ha  pubblicamente  dichiarato  che  tra  i  Soggetti  e  le  Associazioni
incaricati  di  gestire  ed  organizzare  le  iniziative  nel  bosco,  da  proporre  poi  alla  cittadinanza,  ci
saranno anche i Boy Scout, allo scopo di favorire le attività dei ragazzi e sviluppare l’amore per la
natura e dello stare insieme.
CONSIDERATO CHE:
  Nel 1946 Agostino Andermark diede vita a Bovisio Masciago alla prima sezione scoutistica del dopo
guerra, la quale rimase in attività fino al 1950. Poi, con gli Scout di Niguarda (quartiere di Milano
dove  era  nato)  fondò  a  Seveso  una  delle  più  attive  e  dinamiche  Sezioni  Scout  della  Lombardia,
quale GEI (Giovani Esploratori Italiani).
  Attraverso lo scautismo insegnava ai ragazzi il valore della vita e l’amore per il prossimo.  il Comune
di Seveso per questo lo insignì di una medaglia ricordo. Ebbe poi moltissimi altri riconoscimenti, tra
questi i  più  significativi: le  medaglie  d’argento  e  poi  d’oro,   la Gran  Croce  d’argento  all’ordine  del
Giglio e il titolo di Signor d’Italia per i suoi 48 anni di attività scoutistica.
  Aveva  cominciato giovanissimo  a  Niguarda nell’ASCI, l’Associazione  Scoutistica  Cattolica  Italiana,
fino al 1928, anno in cui Il regime fascista sciolse i movimenti scout.  Egli, per proseguire l’attività
scout, sia pure clandestinamente,  si iscrisse al S.E.M. (Società Escursionistica Milanese). Tutta la
sua vita è stata dedicata agli altri, in particolare ai ragazzi.
  Amava  così  tanto  il  proprio  Paese  che  non  esitò  un  attimo  a  sacrificare  la  sua  vita,  a  rischio  di
perderla,  per  liberare  l’Italia  dall’occupazione  tedesca  e  dalla  dittatura  fascista  e  riconquistare  la
Libertà.
  Aderì  al  Comitato  di  Liberazione  Nazionale  di  Bovisio  Masciago  ed  alle  brigate  partigiane.  Per
questo, nel novembre 1944 fu arrestato e deportato al campo di concentramento nazista di Bolzano.
Fortunatamente  riuscì  a  sopravvivere  alla  prigionia  ed  alle  torture.  Il  3  maggio  1945,  al  momento
della Liberazione, riuscì a tornare a casa a Bovisio Masciago (celebre il suo ritorno in bicicletta da
Bolzano, nonostante le pessime condizioni fisiche).
  Subito, nel 1945 diede vita ad un primo raggruppamento Scout , che, come già detto, diventerà nel
1946 la sezione scoutistica di Bovisio Masciago.

PER  TUTTI  I  MOTIVI  SOPRA  INDICATI,  I  SOTTOSCRITTI  CITTADINI  CHIEDONO
ALL’AMMINISTRAZIONE COMUNALE DI BOVISIO MASCIAGO DI INTITOLARE IL BOSCO IN CITTA’ DI
VIA  SUPERGA/BELLINI  AD  AGOSTINO  ANDERMARK,  CON  APPOSITA  TARGA,  QUALE 
RINGRAZIAMENTO PER I SACRIFICI E L’IMPEGNO CHE HA SAPUTO DARE IN TUTTA LA SUA VITA
PER IL PROPRIO PAESE, PER I VALORI CHE HA TRASMESSO AI GIOVANI DI ALLORA, ESEMPIO PER
LE GENERAZIONI FUTURE. 

Tutti residenti di Bovisio M. maggiorenni possono aderire alla petizione promossa dall'A.N.P.I. con il sostegno della locale sezione Scout della CNGEI, contattando direttamente o attraverso mail i componenti del direttivo dell'A.N.P.I. o recandosi nei prossimi lunedì sera dopo le 21.00 nei locali di via Roma 30. Oppure contattando la sezione Scout http://www.scoutcesano.it

 

Sergio Cucci

Documenti (2)

Contatti

redazione@bovisiomasciagonews.net
mob. 338.2472094
mob. 345.9970096
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK