Nuove povertà, cultura e ambiente. Il programma politico del centrosinistra di Soldà

Le liste Altra Bovisio Masciago e Pd hanno presentato i propri candidati in sala consiliare. Soldà: «Lavoreremo con le associazioni partendo dai più deboli».

| di Gianfranco Lagonigro
| Categoria: Politica
STAMPA

Affrontare il tema delle nuove povertà, cultura e partecipazione sono stati i principali temi di discussione della coalizione del centrosinistra durante la serata di presentazione delle due liste Altra Bovisio Masciago e Pd presso la sala consiliare. Martedì scorso, infatti, erano presenti i candidati di entrambe le liste a sostegno del candidato sindaco Giuliano Soldà che ha illustrato nel dettaglio i punti del programma politico, frutto di una serie di incontri con associazioni, imprese e singoli cittadini.

«Ci sono diversi modi di governare una città – ha dichiarato Roberto Grandi in fase di introduzione – Ci si può chiudere nelle proprie stanze e prendere decisioni autonome ascoltando al massimo le indicazioni delle segreterie, oppure si può governare ascoltando i bisogni dei cittadini. Noi optiamo per quest’ultima forma e la stessa candidatura di Soldà ne è un esempio. E’ stato scelto dai cittadini con le primarie e abbiamo continuato ad adottare questo metodo anche per la realizzazione del programma, incontrandoci e confrontandoci con i cittadini del territorio».

Il candidato sindaco Giuliano Soldà si è soffermato sui principali punti del programma elettorale elencando dapprima i criteri stabiliti per la creazione dello stesso. «Prima della realizzazione del programma – ha dichiarato Soldà – ci siamo chiesti quali siano i criteri da attuare. Noi li abbiamo raccolti in cinque punti, come le dita di una mano: essere vicini alle persone, alle associazioni e ai movimenti; attuare politiche territoriali che siano legate alle persone; avere il coraggio di pensare in grande per una città virtuosa; curare prima i bisogni dei più deboli, chi soffre e chiede aiuto; non perdere mai di vista l’etica dell’amministrare la cosa pubblica attraverso la trasparenza e la legalità».
Il programma si apre con il Welfare e le politiche sociali e la prima azione da compiere sarà quella di mettere in rete tutte le associazioni e le istituzioni della città per costruire un piano in grado di fronteggiare le nuove povertà attraverso progetti nuovi e sperimentali come gli orti sociali e quelli urbani ( un'occasione per produrre lavoro), la realizzazione di una mensa sociale in collaborazione con gli altri comuni e la promozione del fund-raising per le associazioni.
Sui diritti si è ragionato anche sulla possibilità di istituire un registro per le unioni civili in città «Dobbiamo ammettere che l’immagine della famiglia oggi è cambiata –ha affermato Soldà – e tutti noi sappiamo benissimo che una coppia di conviventi collabora e si aiuta allo stesso modo di una coppia sposata. E’ possibile ragionare sulle coppie di fatto?»

Scuola e cultura sono gli altri capisaldi della coalizione che si è sempre battuta a favore dell’istruzione pubblica in sinergia con un progetto culturale volto alla conoscenza e all’approfondimento del sapere, al dibattito continuo sul mondo attuale. Sul piano strutturale la coalizione di Soldà prevede la realizzazione di una nuova scuola elementare presso il polo scolastico di piazza Montessori e la  manutenzione programmata e messa in sicurezza e contenimento energetico di tutti gli edifici scolastici e il recupero del Palamedia ad uso scolastico oltre che per intrattenimento.

Su ambiente e sostenibilità territoriale sono emersi molti obiettivi rivolti alla viabilità, all’edilizia, al verde pubblico e allo smaltimento dei rifiuti, quest’ultimo con l’adesione alla strategia Rifiuti Zero. Anche su Pedemontana sembrano avere le idee piuttosto chiare. «Giorni fa – continua Soldà - Pisapia ha dichiarato l’inutilità dell’Autostrada Pedemontana per l’Expo 2015 ed effettivamente se si osserva il progetto sulla carta è chiaro che la tratta non tocca minimamente le aree coinvolte dall’Expo. Quindi è logico chiedersi a chi o a cosa serva la Pedemontana che è già circondata da autostrade collegate sia con Milano che con Rho. Assieme agli altri Comuni limitrofi ci batteremo per l’eliminazione o la revisione completa dell’attuale tracciato di Pedemontana».

Per approfondire il programma elettorale della coalizione di centrosinistra Giuliano Soldà Sindaco è disponibile il testo completo QUI.

Le liste
Sono stati elencati, infine, tutti i candidati della lista civica Altra Bovisio Masciago e del Partito Democratico presentati rispettivamente da Barbara Frigerio e Roberto Grandi.
Per la lista civica "arancione" tra i candidati al Consiglio troviamo Antonella Calzolari, 52 anni, impiegata e coordinatrice della lista Altra Bovisio Masciago; Simonetta Dassi, di anni 53, medico chirurgo ospedaliero; Aurora Patrizia Di Bella, 43enne, impiegata e membro attivo del Comitato Genitori; Valentina Galimberti, 20 anni, universitaria in Erasmus; Arianna Silvani, 22 anni, universitari, mediatrice culturale e vicepresidente ANPI; Antonia Truglio, 49 anni e Presidente del consiglio di istituto scolastico Manzoni di Bovisio Masciago; Orietta Vanosi, 54 anni, Consigliere comunale uscente e membro del Comitato Ambiente; Pietro Giuseppe Baccolo, 53enne, responsabile amministrativo e impegnato nel Comitato CIVES di Bovisio Masciago; Dario Borgonovo, 25 anni, universitario, impegnato nel volontariato e tra i fondatori dell’Associazione Culturale “Baule Verde”; Stefano Carpedi, geometra 25enne, capo scout e blogger; Ugo Fausti, 58 anni, artigiano e responsabile dell’Associazione Damon Club; Gianni Frigerio, pensionato di 74 anni e vicepresidente ANPI; Valerio Carlo Isola, 60enne, architetto e impegnato nell’Associazione Energie Alternative; Vincenzo Penna, di anni 47, consulente aziendale e dirigente società calcistica; Franco Rizzo, 59 anni, commerciante e Consigliere comunale uscente; Dino Zoppellaro, 65 anni, pensionato e impegnato nel volontariato e nel comitato CIVES di Bovisio Masciago.
All’interno del Pd i candidati in lista sono: Ernesto Giovanni Artuso, 61 anni, dirigente e Consigliere uscente; Giuseppina Stella, 68 anni, Consigliere uscente ed ex Sindaco di Bovisio Masciago tra il 2004 e il 2009; Luca Tomaino, 25enne, Segretario del Pd di Bovisio Masciago, neolaureato in Pianificazione Urbana e politiche territoriali; Paolo Vincenzo Bosisio, 53enne, consigliere uscente; Barbara Colombo, 51 anni, ex presidente del Consiglio di Istituto; Mariano Delle Cave, 37 anni, avvocato; Giovanni Di Bella, 73 anni, ex consigliere nella Giunta Stella; Matteo Di Lorenzo, 20enne, universitario; Pietro Di Lucia, 46 anni; Alice Diotti, 30 anni; Mauro Fera, 20 anni; Vania Franzolin, 46enne, consigliere Fondazione Sport e Tempo Libero; Piero Emilio Galbiati, 63 anni, ex assessore Giunta Stella; Massimiliano Regorda, 25 anni; Federica Rubini, di anni 20; Claudia Schianchi, 51 anni.

Gianfranco Lagonigro

Contatti

redazione@bovisiomasciagonews.net
mob. 338.2472094
mob. 345.9970096
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK