Le proposte del M5S in lizza alle amministrative

Nell’incontro di giovedì scorso il M5S ha presentato la sua lista di candidati assieme a diverse idee per il programma politico. Ospite il Consigliere Regionale Gianmarco Corbetta.

| di Gianfranco Lagonigro
| Categoria: Politica
STAMPA

Il gruppo M5S di Bovisio Masciago schiera i suoi candidati e si prepara alle vicine elezioni amministrative di maggio.
Durante l’incontro di giovedì, il candidato sindaco del partito di Grillo, Stefano Pedata, dopo aver presentato la lista civica del Movimento 5 Stelle, ha esposto diverse idee per la città su temi di ampio raggio come ambiente, commercio, trasparenza, welfare, connettività e servizi.

Sul tema ambientale il movimento punta sul progetto “Obietti Rifiuti Zero 2020” – il comune di Capannori, è stato il primo paese ad aver adottato questo rivoluzionario sistema di raccolta rifiuti, ndr -  che consiste nella diffusione a tappeto (e quindi nelle scuole, nelle parrocchie e nelle associazioni) della strategia Zero rifiuti, dal sistema porta a porta alla tariffa puntuale in funzione della quantità di rifiuti prodotta da ogni famiglia.
Sempre in tema ambientale il M5S ha proposto il collegamento dei nuovi parchi tramite piste ciclabili e l’emissione di licenze edilizie solo per demolizioni e ricostruzioni di edifici civili o per cambi di destinazioni d’uso di aree industriali dismesse.

Nell’ambito del commercio è emersa un’idea innovativa per creare sviluppo locale, la cosiddetta “BM Card”, una carta che offre al cittadino sconti reali e/o promozioni  acquistando nella rete dei negozi aderenti di Bovisio Masciago.

Per quanto concerne la trasparenza, i grillini si erano già fatti notare nei consigli comunali passati per riprendere in diretta streaming l’intera seduta del consiglio e sulla stessa linea d’azione il movimento promuove la diretta video attraverso gli strumenti tecnologici di cui il Comune si è dotato. Non solo video streaming, ma anche la creazione di Consigli di quartiere, la pubblicazione dell’estratto conto on-line del Comune e l’informatizzazione di tutti i processi amministrativi.

Non si sono sprecati sul Wi-Fi – tema ormai molto discusso– e sullo sfruttamento di questa tecnologia per la sicurezza cittadina tramite telecamere di sorveglianza mobili così da aumentare il controllo territoriale.

Sulla scuola il M5S vorrebbe estendere il plesso scolastico nella ex area della famiglia Zari: «L'unica possibilità vera per cambiare veramente il volto di Bovisio Masciago – ha commentato Stefano Pedata - è riuscire a recuperare almeno una parte dell'ex area Zari al servizio della cittadinanza in modo che possa nascere il centro di Bovisio Masciago con una piazza, il polo scolastico e quello commerciale con un’area pubblica polifunzionale e ciclopedonale in continuità tra Via Roma, Corso Milano e la Stazione ferroviaria».

Al termine della serata c'è stato l'intervento del consigliere Regionale Gianmarco Corbetta che ha dato alcune informazioni sul bilancio partecipativo e sulla battaglia che il M5S sta portando avanti in Regione per chiudere gli inceneritori della Lombardia e fermare il progetto della Pedemontana.

Gianfranco Lagonigro

Contatti

redazione@bovisiomasciagonews.net
mob. 338.2472094
mob. 345.9970096
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK