Elezioni 2014. Il Consigliere Carmelo La Torre rompe il silenzio e si dichiara “renziano”.

Il Consigliere Comunale in un’intervista pubblicata dal Giornale di Desio: “Il Pdl è il partito del padrone e vi regna la confusione”. Ma è ancora indeciso da quale parte schierarsi.

| di Redazione BovisioMasciagoNews.Net
| Categoria: Politica
STAMPA

Le elezioni amministrative sono alle porte e presto sentiremo parlare le diverse forze politiche bovisiane con i loro programmi e i loro buoni propositi per la città. Ma per il momento tutto tace. Sicuramente si è in fase organizzativa e non è facile capire chi farà cosa e chi rappresenterà cosa. Bovisio Masciago è una cittadina che supera i 15 mila abitanti e pertanto alle prossime elezioni comunali non ci saranno più singole liste con un candidato sindaco, ma diverse coalizioni potranno sostenere lo stesso candidato.
Nel frattempo, il Consigliere indipendente Carmelo La Torre si rivela in un’intervista al Giornale di Desio nella quale dichiara di essere ancora indeciso da che parte stare, ma che di sicuro abbandonerà del tutto il centrodestra. “L’alleanza di centrodestra – ammette – non ha fatto granché bene. Non è stata e non sarà il meglio per il nostro paese. Comprendo che mi vengono affibbiate patenti di inaffidabilità ma almeno si riconosca la mia indipendenza e il fatto che non sono attaccato alla poltrona. Io ho sempre obbedito ai miei ideali – quali siano non è stato specificato, ndr- e ogni volta che si è creato un contrasto con le necessità dello schieramento ho scelto la strada della mia autonomia. Pensavo che il Pdl fosse un luogo libero, un partito di confronto e di sintesi e invece è il partito del padrone e vi regna la confusione. Lo stesso vale per il centrosinistra. Non ho ancora deciso che farò”.
Apprendiamo, inoltre, che alle primarie del PD ha votato per Matteo Renzi, il che la dice lunga in termini di ideali contrastanti con la direttiva di un partito, definendo il Sindaco di Firenze come una speranza sia per l’Italia che per il centrosinistra. La Torre abbandona, quindi, definitivamente l’idea di centrodestra, in quanto auspica ad una sinistra socialdemocratica ma distaccata dalle attuali proposte politiche di centrosinistra e centrodestra. “Non una proposta antipolitica, anzi, fortemente politica” ha dichiarato al Giornale di Desio, per poi spezzare una lancia in favore dell’attuale Vicesindaco Mario Vago. “La politica non è una resa dei conti ma un momento di confronto. Vago ha un approccio ai problemi scevro dai condizionamenti della politica. Auspico una o più liste civiche in sostegno alla candidatura di Vago: si smarchi dal centrodestra ed esterni tutta la sua insofferenza”.

Un appello? Una richiesta? Lo scopriremo nei prossimi mesi, quando ci saranno le prime consultazioni e le prossime manovre dei partiti locali.
A fine intervista rilascia una dichiarazione per il Sindaco Emanuele Galimberti che ha destato molto stupore: “A settembre sarò promotore in Consiglio Comunale di una mozione di vicinanza al Ministro Cecile Kyenge. Invitiamola ufficialmente a Bovisio Masciago per un dibattito su immigrazione e integrazione. Cosa ne pensa il Sindaco Galimberti?”.
Sappiamo bene che esponenti del suo partito sono stati artefici di ignobili attacchi “a catena” nei confronti della Kyenge e a lui, il Consigliere La Torre, chiederà di esprimere la propria solidarietà al Ministro dell’Integrazione.

Redazione BovisioMasciagoNews.Net

Contatti

redazione@bovisiomasciagonews.net
mob. 338.2472094
mob. 345.9970096
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK