Fusione Grugnotorto-Brianza Centrale: ok di Bovisio Masciago

Parere favorevole unanime al progetto che prevede 1.600 ettari di area verde a collegamento dei Comuni a Nord di Milano.

| di Alessia Piperi
| Categoria: Attualità
STAMPA

Il 20 marzo, nella Sala Giunta del Municipio di Desio, un’operazione molto importante riguardante il governo del territorio era stata presentata alla stampa dal Sindaco di Desio Roberto Corti, da quello di Seregno, Giacinto Mariani e da Gianluca Bogani, Presidente del Parco Grugnotorto Villoresi: il progetto di un’unica area verde a collegare Seregno con i Comuni a nord di Milano.

Desio aveva in questo modo intrapreso la strada per aderire ai due PLIS (Parco Locale di Interesse Sovracomunale) “Brianza Centrale” e “Grugnotorto Villoresi”, ponendosi come “cerniera” tra le due aree verdi per far nascere un grande unico parco di oltre 1.600 ettari, di cui 350 sul territorio di Desio e con un’utenza potenziale di oltre 300 mila abitanti, vale a dire la popolazione di Desio, Seregno e dei sette comuni del Grugnotorto.

Anche il Comune di Bovisio Masciago ha dato il proprio consenso alla fusione che costituirà un nuovo Ente con un modello gestionale non oneroso e cha avrà in previsione costi fissi contenuti. Questo progetto che sarà proposto a tutti i comuni interessati per essere soggetto a votazione che qui ha ottenuto un esito favorevole unanime.
In occasione della presentazione di marzo nella città di Desio, il sindaco Roberto Corti aveva spiegato la genesi dell’intervento di salvaguardia del territorio: “Siamo a un punto decisivo nel percorso che i comuni di Desio e Seregno e il Parco del Grugnotorto hanno avviato da mesi per costruire un grande parco in questa area della Brianza che è una delle più edificate e consumate di tutta la Provincia di Monza e Brianza. Era uno dei punti qualificanti del nostro programma di governo. Con la variante al PGT del novembre scorso abbiamo messo in salvaguardia le aree. Oggi possiamo dire che c’è l’impegno di tutti per coordinare le azioni volte ad un governo concreto e virtuoso di questi spazi aperti”.

Queste le affermazioni del sindaco Corti pubblicate in un articolo sul sito del Comune di Desio, dal quale apprendiamo che i punti di forza del progetto si fondano sulle esperienze del PLIS “Brianza Centrale”, un’area verde di 385 ettari riconosciuta dalla Regione Lombardia nel 2001, e del «Grugnotorto» che a partire dal 1999, ha riunito i sette Comuni di Bovisio Masciago, Cinisello Balsamo, Cusano Milanino, Muggiò, Nova Milanese, Paderno Dugnano e Varedo, per un totale di 870 ettari.

Il Sindaco di Seregno Giacinto Mariani in quella riunione aveva aggiunto che al giorno d’oggi “non ci sono soltanto parchi da salvare, da difendere. È il territorio di una sfida più ambiziosa: costruire un nuovo modello di sviluppo per far crescere il parco e migliorare la qualità della vita nelle città. Sfida che si vince uscendo da logiche politiche nel governo dei parchi, che invece hanno bisogno soltanto di competenza e di capacità gestionali”.

L’assessore alle Politiche di Governo del Territorio di Desio, Daniele Cassanmagnago aveva in seguito precisato il ruolo della propria città nel progetto di cui entreremo a far parte: “L'Amministrazione Comunale di Desio ha deciso di mettere a disposizione le aree non edificate esterne al perimetro della zona urbanizzata, circa 350 ettari, per connettere i due parchi. Ciò consente di dare valore, ampliandone la portata e la tutela, al ruolo delle tre aree, decisive nella costruzione di un nuovo equilibrio ambientale e di un nuovo paesaggio”.

Aveva poi proseguito con un intervento Fulvio Sambruni, Assessore ai Parchi, all’Ecologia e all’Ambiente di Seregno ponendo l’accento sul fatto che “Abbiamo un importante patrimonio naturale inserito in uno degli ambienti più urbanizzati d'Europa. Non possiamo più stare con le mani in mano di fronte a un tessuto urbano che mangia nuovi pezzi di verde. Uno sviluppo sostenibile condiviso tra i Comuni è possibile. E questo è il senso del progetto che stiamo portando avanti”.
In conclusione alla presentazione del progetto il Presidente del Parco Grugnotorto Villoresi, Gianluca Bogani, aveva aggiunto che "l’adesione di Desio ai due PLIS porterà a compimento una delle azioni che il Parco Grugnotorto persegue da anni: coinvolgere i comuni vicini nelle politiche di salvaguardia di aree, prevalentemente agricole, e di sviluppo del verde. Ciò a fronte dell’esperienza ormai consolidata del Grugnotorto che ha dato evidenti ritorni per i cittadini.”

Alessia Piperi

Contatti

redazione@bovisiomasciagonews.net
mob. 338.2472094
mob. 345.9970096
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK