L’Amministrazione comunale aderisce al Progetto A.I.D.O.

Sarà possibile esprimere il proprio consenso alla donazione degli organi nel momento del rilascio della carta d’identità.

| di Alessia Piperi
| Categoria: Attualità
STAMPA

Iniziata con un progetto pilota nelle città Umbre di Terni e Perugia, la proposta dell’Associazione Italiana per la Donazione di Organi è arrivata anche qui a Bovisio Masciago. A seguito della richiesta da parte di A.I.D.O. all’Amministrazione Comunale, sarà finalmente possibile esprimere il proprio consenso o diniego alla donazione di organi direttamente all’ufficio anagrafe, all’atto del rilascio o del rinnovo della Carta d’Identità.

La raccolta delle manifestazioni di volontà alla donazione di organi e tessuti nel momento in cui viene rilasciato il documento identificativo è una facoltà prevista dall’art. 3 comma 8 bis, del Decreto Legge 30 Dicembre 2009 n° 194, convertito dalla Legge n. 25 del 26 febbraio 2010. La modalità operativa prevede che, al momento del rilascio, l’impiegato dell’Anagrafe richieda ai cittadini maggiorenni di dichiarare la propria posizione favorevole oppure contraria all’espianto. Tutte queste dichiarazioni di volontà saranno rilasciate su un modulo apposito e l’informazione sarà automaticamente inserita, con valore legale, nel database del Sistema Informativo Trapianti del Ministero della Salute. Ovviamente sulla Carta d’Identità non verrà apportata alcuna annotazione.

I Comuni che per primi hanno sperimentato la suddetta procedura, Terni e Perugia, hanno ottenuto ottimi risultati. Questo progetto, presto esteso a tutto il territorio nazionale, è stato testato nei primi mesi del 2012 e realizzato grazie alla collaborazione tra la Regione Umbria, il Ministero della Salute, il Centro Nazionale Trapianti e Federsanità-Anci. Nel marzo dell’anno scorso il Ministro della Salute, prof. Renato Balduzzi, ha presentato il progetto a Roma all’Auditorium di Lungotevere Ripa in una conferenza stampa durante la quale ha dichiarato questa iniziativa un aiuto “a fare un passo avanti nella cultura della donazione”. Nella stessa serata il direttore del Centro Nazionale Trapianti (CNT) Alessandro Nanni Costa, aveva dichiarato: “Oggi in Italia ci sono circa 10mila pazienti in attesa per un trapianto e che possono essere curati solo con una donazione d’organo. Vogliamo che quella della donazione sia una scelta sempre più numerosa da parte di cittadini consapevoli e informati”.

Il progetto è sostenuto dalla A.S.L. territoriale che, in accordo con A.I.D.O, si occuperà del coordinamento tecnico e operativo nei confronti degli Enti Locali che aderiranno al progetto, attraverso modalità operative e modulistica fornite dalle stesse A.I.D.O e A.S.L.
Con una delibera della Giunta del 4 di settembre, il comune di Bovisio Masciago ha preso la decisione di aderire al progetto e di condividerne le finalità per l’importanza a livello sociale e umanitario che esso rappresenta.

Alessia Piperi

Contatti

redazione@bovisiomasciagonews.net
mob. 338.2472094
mob. 345.9970096
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK