Rock 'n Show made in Bovisio: gli Azione Mutande. 10 anni di musica e diverimento.

Bovisiomasciagonews.NET ha incontrato la band bovisiana più conosciuta in città. L'intervista di Stefano Carpedi su RadioAM.

| di Stefano Carpedi
| Categoria: Arte
STAMPA

Gli Azione Mutande (abbr. AM ) sono LA Band di Bovisio Masciago per eccellenza e anche se i suoi componenti hanno superato i 30 anni, senza peraltro dimostrarli, in città (quasi) tutti li conoscono. Dalle feste del campo sportivo fino al pienone in villa Tittoni a Desio, questa estate. E’ sempre un piacere vederli e ascoltarli, un divertimento assicurato i loro live. La band è attualmente composta da: Marco Colombo, Alessio Barbieri, Alessio Pasqualone, Filippo Riccardi, Alessandro Villa e Luca Boschieri.

L'INTERVISTA SU RadioAM.

Gli AM mi accolgono con la loro simpatia in un luogo che penso debba rimanere segreto, dove ha sede la loro streaming-radio “RadioAM”. Con me ci sono alcuni componenti e dopo i convenevoli mi vengono messe delle cuffie e sono in onda. Si ride e si scherza, ci si prende in giro come vecchi amici, soprattutto ridono di me perché sono di ritorno dal divano di un amico, dove ho visto l’italrugby in gara al 6 nazioni.

C’è chi a Bovisio Masciago non vi conosce ancora…
E’ un chiaro caso di disinformazione, perché è dal 2003 che suoniamo attivamente!

Mentre parliamo da facebook arriva un messaggio al gruppo che cito testualmente : ”Non conoscere gli AM a Bovisio è come chiedere se in Inghilterra sono esistiti i Queen” [W.R.]. Riprendiamo con l’intervista.

Mi dicevi, è dal 2003 che esistete?
In realtà dal 2001, c’è un po’ di confusione a riguardo, dovremmo andare a ripercorrere la storia del gruppo.

Nascete già come cover band? Perché cover band?
Cover band perché ci piaceva la musica, ci piaceva suonarla e abbiamo sempre amato arrangiare i pezzi alla nostra maniera, sarcastica, simpatica e follemente divertente. Abbiamo sempre cercato di creare un surrogato, anzi, un “mischione”, che era poi quello che abbiamo sempre avuto in testa.

E perché cominciare a fare i live? C’è altro oltre l’amore per la musica?
Che domande, per la Patata. Si suonava per rimorchiare…

Correndo il rischio di essere voi soli a suonare, mentre tutto il pubblico limona?
Ehi ragazzo, non ci conosci!

Avete iniziato a suonare tra il 2001 e il 2003, lo sapete che io in quel periodo frequentavo ancora le medie?
Luca Boschieri non mi risponde, dopo un silenzioso secondo si asciuga una lacrima e mi manda garbatamente al quel paese.

Sul territorio di Bovisio Masciago ci sono numerose band giovanili, cosa direste a questi ragazzi?
Che sono tutti in gamba e bravi, di non seguire il nostro esempio e di continuare a suonare che poi a rimorchiare ci pensiamo noi.

A Bovisio siete dei VIP. Cosa ne pensate di chi va ad X-Factor per diventare famoso?
A X-Factor abbiamo ottimi cantanti, tanta qualità, ma nessuna rarità. Noi siamo delle rarità!

Azione Mutande è un nome particolare, qualcuno vi ha ispirato?
Inizialmente dovevamo essere gli Azione MutanTe, ma poi non a caso abbiamo scelto la versione attuale.

Avete fatto moltissimi live, gli episodi imbarazzanti?
Risata generale di tutti i presenti poi “il Bosk” continua: In un live molto rock, eravamo tutti un po’ sbronzi  e mentre suonavamo, sotto il palco passa una ragazza alla quale qualcuno urla frasi che non possiamo riportare su un giornale così importante come il vostro, dal ridere convulso sono caduto dal palco e mi sono scheggiato un dente.  Oppure dopo un live, ho preso un dosso con la mia auto e mi si è aperto il bagagliaio facendomi perdere tutta la strumentazione sulla Statale dei Giovi.

So che ad un live molto recente eri così ubriaco, che addirittura non volevano farti salire sul palco.
Non è vero! Smentisco tutto! A Binzago abbiamo tanti cari amici, il campari offerto era buono ed è andata così, la mia ragazza mi ha portato al fast food dove mi sono ripreso.

Non hai suonato quindi?
Ho suonato e dopo sono andato al fast food!

Quando il prossimo live?
Per sentire gli AM ci sono due possibilità: o venire ai nostri live, il prossimo è l’8 marzo al “Black Horse”, oppure potete ascoltarci in radio il sabato mattina dalle 10 alle 12 con la trasmissione “Ies Uichend” e dalle 16:30 alle 17:30 con “We AM”.

Durante l’intervista radio ho avuto il piacere di sentire alcuni minuti di un loro concerto del 2007, dove danno prova della loro versatilità come musicisti, dimostrando che per fare un bel concerto non serve avere un palco enorme ed illuminato, con i fuochi di artificio. Serve solo amare la musica, ed essere capaci di fare uno show usando il proprio carisma come arma dominante.

Stefano Carpedi

Contatti

redazione@bovisiomasciagonews.net
mob. 338.2472094
mob. 345.9970096
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK